Serie B femminile: guida alla stagione 2021/22

Il campionato si prospetta estremamente godibile e competitivo. 10 squadre, in palio gli spareggi per la serie A2.
https://www.basketland.it/wp-content/uploads/2021/09/243025189_276333671112320_2115644365827151367_n-1280x853.jpg

Basket’90 Sassari, Dinamo Basket 2000, Mercede Alghero, Pallacanestro Alghero Costruzioni Valentino, Virtus Cagliari, Spirito Sportivo, Su Planu, Basket Antonianum, Astro SSDDRL, G.S.DIL. San Salvatore. Sono 10 le squadre partecipanti al campionato di serie B femminile 2021/22, che inizia il primo weekend di ottobre. In palio, come sempre, gli spareggi per la serie A2.

Scopriamole una per una, a partire dalle squadre del nord Sardegna.

DINAMO BASKET 2000

È la vera sorpresa del campionato e la squadra su cui si ha più curiosità, a partire dal suo coach, Emanuele Rotondo, alla prima esperienza sulla panchina di una senior femminile. Anche il disegno del basket rosa della Dinamo 2000 è ambizioso, così come l’intero progetto sportivo della società di cui è direttore sportivo Antonello Pilia. Si tratta del roster più completo del campionato: dalle esperte Laura Carta, Francesca Brembilla, Eleonora Piana alle ex Sant’Orsola Sassari Aicha Dioume, Elena Mastrovito e Gabriella Loriga, la squadra di coach Rotondo avrà ottime chance per giocarsi un posto in finale. Inoltre, a febbraio rientrerà Chiara Flauret.

Osservata speciale: Elena Mastrovito. Classe 1998, dopo l’operazione alla spalla è in fase di recupero, ma è uno dei principali terminali offensivi della corazzata Dinamo.

BASKET’90

La società con più tesserati in Sardegna può sfoggiare una squadra interamente composta da giocatrici cresciute nella propria cantera. Del roster fanno parte, oltre alla capitana Roberta Usai, atlete del 2000/2001 e l’intero blocco dell’Under 19 (annate 2003-2004), in cui stanno inserendo gradualmente anche le 2005. Il coach Andrea Doro presenta così le sue: «Siamo un gruppo molto giovane con tante giocatrici alla prima esperienza da protagoniste. Dovremo fare dell’intensità e dell’intercambiabilità il nostro marchio di fabbrica, vorrei che esprimessimo una pallacanestro divertente da giocare in campo e anche da guardare sulle tribune».

Osservata speciale: Caterina Fara. Classe 2004, playmaker, per il 2° anno consecutivo ha l’occasione di imparare dalle giocatrici di A1 della Dinamo Sassari. Ci si aspetta quest’anno un exploit.

MERCEDE ALGHERO

L’obiettivo è far bene, perché il gruppo è molto giovane, e soprattuto presenta il trio Tijana Mitreva, Ivona Kozhobashiovska e Anastasia Kaleva: tutte nate tra il 2001 e il 2004, a disposizione della Dinamo Sassari in A1. Mitreva ha anche esordito, giocando minuti di buona qualità, nel round di qualificazione di EuroCup. Dopo vari infortuni, è arrivato il momento di dimostrare fino a che livello può misurarsi, e le aspettative sono altissime. La squadra è affidata a Manuela Monticelli, storica bandiera della società della famiglia De Rosa.

Osservata speciale: Tijana Mitreva. Classe 2001, gioiello della nazionale macedone, è una guardia tiratrice che mette intensità anche in difesa.

COSTRUZIONI VALENTINO ALGHERO

La Pallacanestro Alghero festeggia quest’anno 35 anni di attività, e lo fa continuando a puntare sul basket femminile. Il team guidato da Matteo Mastropietro è composto da senior come le sorelle Galluccio e giovani come Gaia Caria. Un campionato sicuramente ostico per le algheresi, che dovranno affrontare squadre molto più attrezzate, ma il carattere delle ragazze non mancherà.

Osservata speciale: Fabiana Galluccio. Classe 1988, playmaker. A lei il compito di dettare il ritmo della squadra e di non mollare mai.

VIRTUS CAGLIARI

La squadra di coach Staico è l’indiziata numero uno per la vittoria del campionato. Il trio Carolina Scibelli, Anna Lussu, Federica Brunetti ben figura anche in serie A2. La squadra cagliaritana, oltre alle confermate Podda e Pellegrini, può contare anche sui gruppi 2004-2005 e 2006 di giovani talentuose, e per questo la nostra osservata speciale è Giulia Corda. Classe 2005, playmaker con una visione di gioco interessante, ha la sua prima chance di dimostrare qualcosa nel basket delle grandi. Il commento di Fabrizio Staico: «Stiamo lavorando affinché la Virtus riconquisti, nel minor tempo possibile, la piazza che si merita».

ASTRO

Coach Carla Tola può contare serenamente su due senior del calibro di Tatiana Martellini, capitano, e la new entry Daniela Desogus, a orchestrare una squadra che si allena insieme da anni e a cui si aggiungono giovani del vivaio come Giorgia Corso (2006) e Anna Loddo (2005).

Osservata speciale: Giulia Ibba. Classe 2000, valido prospetto segnato da un infortunio al ginocchio che l’ha tenuta distante dai campi, ha potenza tecnica, forte presenza a rimbalzo e una generosità, forse eccessiva, dovuta a una buona visione di gioco.

SPIRITO SPORTIVO

Tonio Canalis allena una squadra abbastanza coperta su tutti i ruoli, con le preziose conferme di Loi, Palmas e Canalis, più i nuovi ingressi di Michela Rossi, Beatrice Mastio, Francesca Caddeo, e ragazze del 2004. Un’altra novità consiste nel campo da gioco, che sarà il Palazzetto dello Sport di via Rockefeller. «Siamo più competitive rispetto agli altri anni. Aspettando il rientro di Concu, l’obiettivo è fare un buon campionato – ha dichiarato Canalis – ma solo il campo parlerà».

Osservata speciale: Alessia Matta. Classe 1997, guardia tiratrice, è veloce, ha tempra, sa penetrare e tirare o scaricare; è la vera trascinatrice del gruppo.

SU PLANU

Coach Bottarelli ha a disposizione un roster risicato, nonostante possa schierare un quintetto esperto. Il trio Peretti, PiazVargiu è già rodato, in più l’aggiunta di Lucrezia Meloni Melis alza il ritmo e la qualità del gioco. La squadra è attualmente alla ricerca di giovani di talento, che avrebbero l’occasione di imparare da giocatrici che sanno di gran lunga giocare a basket.

Osservata speciale: Claudia Vargiu. Classe 1991, è sicuramente tra i numeri 4 più forti in Sardegna. Braccia lunghe, tiro dalla media distanza, ha bei movimenti sotto canestro e un’intensità esemplare.

ANTONIANUM QUARTU

La musica non cambia a Quartu. Coach Tony Atella guida ragazze interamente cresciute nella società, come Rebecca Cerbone, Adele Schirru, Sofia Argiolas, con la conferma di Francesca Beato e la new entry Alice Basso, proveniente da Padova, temporaneamente, per motivi di lavoro. Dovrà però far a meno di un paio di giocatrici in Erasmus, tra cui Papalexis.

Osservata speciale: Rebecca Cerbone, 2000, play sanguigna, particolarmente efficace in contropiede e a cui piace tirare da lontano.

SAN SALVATORE

Coach Pietro Cinus guida un team che è un vanto per la società di via Vienna, con la possibilità di schierare in campo giocatrici interamente selargine, sintomo del buon lavoro svolto anche a livello giovanile. Alcune giocatrici accorpate alla serie A2 saranno inoltre a disposizione della B, come Valenti, Vargiu e Blecic.

Osservata speciale: Viola Loddo. Classe 2001, è un play puro che sa alzare e dettare bene il ritmo della squadra, sa dispensare ottimi assist e non manca di essere pericolosa in attacco.

 

La foto in copertina è di Luigi Canu.